Le altre notizie

  • Venerdì 29 Agosto 2014

    Le ultime approvazioni in Aula

    L'Assemblea di Palazzo Madama, giovedì 7 agosto, ha approvato in via definitiva il provvedimento di conversione del decreto-legge in materia di competitività (ddl n. 1541-B).

    Nella seduta di martedì 5 agosto è stato approvato il ddl n. 1582 di conversione in legge del decreto-legge n. 90 sulla pubblica amministrazione.

    Il Senato, nella seduta di sabato 2 agosto, ha dato il via libera definitivo al decreto-legge n. 92, recante rimedi risarcitori in favore dei detenuti (A.S. 1579).

    Lunedì 28 luglio, l'Aula ha definitivamente approvato il ddl n. 1563, di conversione del decreto-legge n. 83, in materia di cultura e turismo.

  • Venerdì 8 Agosto 2014

    Revisione della Parte II della Costituzione: via libera dell'Aula in prima lettura

    L'Assemblea, nella seduta di venerdì 8 agosto, con 183 voti favorevoli e 4 astenuti, ha approvato, in prima lettura, il ddl costituzionale n. 1429 e connessi di revisione della Parte II della Costituzione; il provvedimento passa alla Camera.

    L'Aula ha concluso, nella seduta del 7 agosto, la votazione degli emendamenti e degli articoli al ddl costituzionale.

    Nella seduta del 31 luglio è stato approvato l'articolo 1, mentre l'articolo 2 è stato approvato venerdì 1° agosto. Nella seduta di lunedì 4 agosto sono stati approvati gli articoli 3, 4, 5, 6, 7, 8 e 9. Martedì 5, su richiesta dei relatori, sono stati accantonati gli articoli 10, 11, 12 e 15; sono stati approvati, invece, gli articoli 13, 14, 16, 17, 18, 19, 20. Mercoledì 6 sono stati approvati gli articoli 21, 22, 23, 24, 25, 26, 27, 28 e 30. Gli articoli 10, 11, 12, 15, 29, 31, 32, 33, 34, 35, 36, 37, 38, 39 e 40 sono stati approvati nella seduta del 7 agosto.

    La Giunta per il regolamento, convocata mercoledì 30 luglio dal Presidente Grasso, ha confermato che, in base a prassi e precedenti, ci si può avvalere della regola del "canguro" anche per i ddl costituzionali.
    La Conferenza dei Capigruppo del 24 luglio aveva proceduto alla ripartizione dei tempi per complessive 115 ore, al fine di giungere alla votazione finale l'8 agosto.
    Nella seduta antimeridiana del 21 luglio si erano svolti gli ultimi interventi in discussione generale, le repliche dei relatori e del Governo.
    La trattazione in Assemblea è iniziata nella seduta di lunedì 14 luglio, nella quale i senatori Finocchiaro e Calderoli hanno riferito sul testo licenziato dalla Commissione. Dopo aver respinto le questioni pregiudiziali, l'Aula è passata alla discussione generale. Il termine per la presentazione degli emendamenti in Assemblea è scaduto alle ore 20 di martedì 15 luglio. Il totale degli emendamenti all'esame dell'Aula risultava pari a 7.327.

    La Commissione Affari costituzionali aveva iniziato l'esame del ddl costituzionale n. 7 e connessi nella seduta di martedì 15 aprile, con le relazioni dei senatori Finocchiaro e Calderoli, concludendo quindi i lavori nella seduta pomeridiana di giovedì 10 luglio.

    Il testo approvato »

    Dossier del Servizio Studi - Testo a fronte tra: Costituzione vigente, testo del Governo, testo della Commissione Affari costituzionali, testo approvato dal Senato in prima lettura »

  • Venerdì 29 Agosto 2014

    Revisione della Parte II della Costituzione: rapida sintesi del testo approvato

    In estrema sintesi, la riforma costituzionale approvata nella seduta dell'8 agosto reca norme per il superamento del bicameralismo paritario nonché una rivisitazione del Titolo V della Costituzione quanto a ripartizione delle competenze legislative tra Stato e Regioni.

    La relazione fiduciaria con il Governo è affidata in via esclusiva alla Camera dei deputati. L'esercizio paritario della funzione legislativa permane solo per un ristretto novero di leggi (leggi di revisione costituzionale e leggi costituzionali; leggi di attuazione delle disposizioni costituzionali in materia di tutela delle minoranze linguistiche e di referendum popolare; alcune leggi ordinamentali per gli enti territoriali; leggi che autorizzano la ratifica dei trattati relativi all'appartenenza dell'Italia all'Unione europea; leggi in materia di diritti della famiglia e tutela della salute). Per le altre leggi, l'esame del Senato diviene solo eventuale (deciso entro un breve termine di dieci giorni, dietro richiesta di un quorum quale il terzo dei componenti) e 'consultivo' (il Senato può approvare «proposte» di modifiche, non già modifiche) e comunque mai ultima lettura (l'approvazione definitiva è presso la Camera dei deputati). In alcuni casi, si ha un effetto procedurale 'rinforzato' delle proposte emendative senatoriali, ove non accolte presso la Camera dei deputati.

    Il Senato cessa di essere organo elettivo popolare diretto e diviene organo elettivo di secondo grado. Se ne riduce il numero dei componenti a 100 (di cui 95 senatori «rappresentativi delle istituzioni territoriali») più gli ex Presidenti della Repubblica. I 95 senatori sono eletti (con metodo proporzionale) dai consigli regionali e delle province autonome, i più (74) tra i propri componenti, in misura proporzionale rispetto alla popolazione regionale, alcuni altri (21) fra i sindaci dei Comuni dei rispettivi territori. Il mandato senatoriale coincide con quello degli organi delle istituzioni territoriali di elezione. 5 senatori sono invece nominabili dal Presidente della Repubblica, per un mandato di sette anni non rinnovabile.

    Il Senato viene profondamente rivisitato anche nell'attività: si prevede che «concorra»alla funzione legislativa e che eserciti la funzione di raccordo tra l'UE, lo Stato e gli altri enti costitutivi della Repubblica; che valuti l'attività delle pubbliche amministrazioni, verifichi l'attuazione delle leggi dello Stato, controlli e valuti le politiche pubbliche e concorra a esprimere pareri sulle nomine di competenza del Governo.

    Altro obiettivo della riforma costituzionale è una riconfigurazione della ripartizione di competenze tra Stato e Regioni, modificando il catalogo delle materie di cui all'articolo 117 della Costituzione. E' inoltre prevista l'attribuzione alle Regioni di forme di autonomia ulteriori, condizionata ad equilibrio di bilancio regionale. E figura la previsione di indicatori di costi e fabbisogni standard, riguardo le risorse degli enti territoriali. E' soppressa la previsione costituzionale delle Province. Sono posti limiti agli emolumenti dei componenti degli organi regionali. E' fatto divieto di corresponsione di rimborsi a favore dei gruppi politici presenti nei consigli regionali.

    La riforma costituzionale contiene altresì numerose altre disposizioni. In tema di procedimento legislativo, è introdotto il 'voto bloccato', che il Governo può chiedere presso la Camera dei deputati. Si pongono nuove previsioni circa: l'iniziativa legislativa popolare; il ricorso preventivo alla Corte costituzionale per la legittimità costituzionale della legge elettorale; la deliberazione referendaria popolare per l'abrogazione di leggi (o sue disposizioni); la possibilità d'introdurre nell'ordinamento il referendum propositivo d'indirizzo. Si modifica il procedimento di elezione del Presidente della Repubblica (e i relativi quorum). E' soppresso il CNEL.

  • Mercoledì 20 Agosto 2014

    Iraq: il Governo dovrà dare attuazione agli indirizzi del Consiglio Ue

    Mercoledì 20 agosto le Commissioni Esteri e Difesa di Senato e Camera, in seduta congiunta, hanno ascoltato le comunicazioni del Governo sui recenti sviluppi della situazione in Iraq anche con riferimento agli esiti del Consiglio straordinario dei Ministri degli esteri dell'UE del 15 agosto. Si è poi svolta una seduta delle Commissioni riunite Esteri e Difesa del Senato, durante la quale è stato posto in votazione lo schema di risoluzione a firma dei senatori Tonini, Vattuone, Compagna, Gualdani, Susta, Di Biagio, Zeller, Buemi, Alicata e Luciano Rossi (pubblicato in allegato al resoconto della seduta; Doc. XXIV, n. 34), che è stato approvato a maggioranza.

    Le Commissioni riunite manifestano "viva preoccupazione per la catastrofe umanitaria che stanno subendo le popolazioni locali ed in particolare le minoranze cristiana e yazidi" e condividono "la ferma condanna espressa dal Consiglio straordinario dei Ministri degli esteri dell'Unione europea lo scorso 15 agosto nei confronti degli attacchi perpetrati dalle milizie dell'ISIS e dagli altri gruppi armati associati, che si configurano come veri e propri crimini contro l'umanità".

    La risoluzione impegna dunque il Governo "a dare attuazione agli indirizzi formulati dal Consiglio straordinario dei Ministri degli esteri dell'Unione europea del 15 agosto 2014, rispondendo, d'intesa con i partner europei e transatlantici, alle richieste di aiuto umanitario e di supporto militare delle autorità regionali curde, con il consenso delle autorità nazionali irachene".

  • Venerdì 29 Agosto 2014

    Missioni in corso e interventi di cooperazione: comunicazioni del Governo in Commissioni 3a e 4a congiunte

    Mercoledì 3 settembre alle ore 14,30 le Commissioni Esteri e Difesa di Senato e Camera, in seduta congiunta, ascolteranno le comunicazioni del Governo sullo stato delle missioni in corso e degli interventi di cooperazione allo sviluppo a sostegno dei processi di pace e di stabilizzazione.

  • Venerdì 29 Agosto 2014

    Incontro con Vice Presidente Commissione europea Oettinger in Commissioni congiunte 10a e X

    Nelle Commissioni congiunte Industria di Senato e Camera, giovedì 4 settembre, alle ore 15, è previsto un incontro informale con il Vice Presidente della Commissione europea, Günther Oettinger, su questioni concernenti la politica europea in materia di energia.

  • Venerdì 29 Agosto 2014

    Fenomeni ambientali Canneto di Caronia: audizione informale in 13a Commissione

    Mercoledì 3 settembre alle ore 16 l'Ufficio di Presidenza della Commissione Ambiente svolgerà un'audizione informale sui fenomeni ambientali di Canneto di Caronia.

  • Venerdì 29 Agosto 2014

    Bilancio interno del Senato: 75,5 milioni di minori spese per lo Stato

    Le misure adottate in questa Legislatura hanno consentito di ridurre, di oltre 75,5 milioni di euro, l'onere del Senato sul bilancio dello Stato nel 2013 e 2014. Questa cifra è il risultato del taglio della dotazione di 21,6 milioni di euro all'anno (in vigore dal 2012 e confermata fino al 2016), della restituzione alle casse statali di 14,6 milioni di euro nel 2014 e 12,5 milioni nel 2013, e dei 5,2 milioni di euro di minori spese nell'anno in corso per effetto dell'applicazione del contributo di solidarietà previsto dalla legge di stabilità 2014 ai trattamenti previdenziali di ex senatori e dipendenti in quiescenza.

    Comunicato stampa »

    Infografiche sulla riduzione dei costi per il funzionamento del Senato »

  • Venerdì 29 Agosto 2014

    Atti parlamentari in versione eBook

    I resoconti di Assemblea e Commissione, i testi di disegni di legge, emendamenti e interrogazioni sono disponibili anche nella versione eBook, particolarmente indicata per la consultazione su dispositivi di tipo tablet e smartphone. Per scaricare la versione eBook di un documento è sufficiente cliccare sul pulsante "ePub" collocato in alto a destra nella pagina web del documento. All'indirizzo www.senato.it/ebook è disponibile il servizio "Scriba" che consente di selezionare atti e documenti e scaricarli in un unico dossier.

  • Venerdì 29 Agosto 2014

    Canale satellitare del Senato: la nuova programmazione

    Da lunedì 11 agosto 2014 il canale satellitare del Senato propone una nuova programmazione, con viaggi nella memoria della storia dell'Italia repubblicana e della vita delle istituzioni europee.

    La rubrica "La fabbrica della memoria", resa possibile grazie alle gentile concessione di filmati e immagini di proprietà di CinecittàLuce e RaiTeche, sarà dedicata alla prima consultazione a suffragio universale e diretto del Parlamento europeo, avvenuta 35 anni fa, così come allora venne raccontata dalla televisione, spaccato della nostra storia recente.

    Prosegue, inoltre, l'appuntamento con "I Convegni della Sala Zuccari". Al centro le giornate di studio promosse dall'Archivio storico del Senato in occasione del settantesimo anniversario della Liberazione. Sempre grazie alla gentile concessione di RaiTeche e Cinecittà Luce, si propone un reportage realizzato dalla Rai nel 1995. Pagine che ripercorrono i primi 50 anni dal 25 aprile del 1945.

    Oltre al resoconto dei provvedimenti approvati da Palazzo Madama e divenuti legge nel 2014 sono riproposti i lavori parlamentari riguardanti le indagini conoscitive e le audizioni realizzate dalle diverse Commissioni permanenti del Senato sui temi di grande attualità connessi all'attività politico-parlamentare. Relativamente alla dimensione parlamentare del Semestre italiano di Presidenza europea si ripropongono i lavori del primo incontro interparlamentare dei presidenti delle Commissioni Affari europei dei Paesi dell'Unione (Cosac) svoltisi nell'Aula di Palazzo Madama lo scorso 18 luglio 2014.

    Nei giorni festivi la programmazione è dedicata ai più giovani. Senato Ragazzi ripropone, grazie alla gentile concessione di Rai Parlamento, tutte le iniziative riservate agli studenti italiani.

    La programmazione è stata realizzata dall'Ufficio stampa e Internet del Senato.

  • Venerdì 29 Agosto 2014

    Fondi Ue

    Secondo i dati forniti dall'Unità di Verifica degli Investimenti Pubblici (UVER) occorrono in media 11 anni per progettare e realizzare un'opera da 50 milioni di euro e nove anni per opere che costano tra i 10 e i 50 milioni in Italia. E' quanto si legge nella Nota breve n. 36 del Servizio Studi del Senato, dedicata all'attuazione della politica di coesione 2007-2013, alla luce dei dati più recenti forniti dal Governo (seduta del 1° luglio 2014 della Commissione Bilancio: resoconto stenografico in formato pdf). Le risorse europee ancora da spendere sono molto consistenti: al 31 maggio 2014 la spesa certificata ha raggiunto il 56,1% della spesa complessiva. Rimangono da certificare 21 miliardi, di cui circa 16 riguardano programmi operativi dell'Obiettivo convergenza. Di questi, 5,6 miliardi devono essere spesi entro la fine dell'anno.

    Nota breve: "L'attuazione della politica di coesione 2007-2013: risorse, dati di attuazione, certificazione della spesa" »
    Sito OpenCoesione »

Informazioni aggiuntive

FINE PAGINA

vai a inizio pagina