Le altre notizie

  • Venerdì 1 Agosto 2014

    Votazione degli emendamenti: la "regola del canguro"

    La cosiddetta "regola del canguro" (cosiddetta poiché si tratta di una espressione ricorrente in questi giorni nel lessico parlamentare e giornalistico ma non è mai utilizzata in nessun testo regolamentare) è stata spiegata in Aula, nel corso della seduta pomeridiana di mercoledì 23 luglio, con queste parole: «Votazione delle parti comuni degli emendamenti con conseguente effetto preclusivo sugli emendamenti successivi in caso di reiezione».

    Nella seduta di mercoledì 30 luglio 2014 il Presidente del Senato, Pietro Grasso, ha dato lettura del parere della Giunta per il Regolamento approvato nella riunione tenutasi nella mattina. Questo il testo del parere:

    «La Giunta per il Regolamento, in conformità dei precedenti e della prassi consolidata, a seguito della pronuncia della Giunta per il Regolamento del 17 luglio 1996, conferma che è facoltà della Presidenza, alla luce del combinato disposto degli articoli 100, comma 8, e 102, comma 4, del Regolamento, avvalersi della cosiddetta regola del canguro, anche per l'esame dei disegni di legge costituzionale».

    Il Presidente Grasso ha poi precisato che i "precedenti" citati «riguardano la legge costituzionale sulla devolution del 2002 e la legge costituzionale del 2004 di riforma della Parte II della Costituzione. Questi sono i precedenti in cui è stata applicata tale regola, nello specifico dal presidente Pera per una prassi consolidata con il precedente che risale al presidente Mancino con un parere della Giunta per il Regolamento».

    L'articolo 100, comma 8, prescrive quanto segue: «Il Presidente può stabilire, con decisione inappellabile, la inammissibilità di emendamenti privi di ogni reale portata modificativa e può altresì disporre che gli emendamenti intesi ad apportare correzioni di mera forma siano discussi e votati in sede di coordinamento, con le modalità di cui all'articolo 103».

    L'articolo 102, comma 4, prescrive quanto segue: «Il Presidente ha facoltà di modificare l'ordine delle votazioni quando lo reputi opportuno ai fini dell'economia o della chiarezza delle votazioni stesse».

  • Venerdì 1 Agosto 2014

    Deliberazioni adottate dal Consiglio di Presidenza in materia disciplinare

    Il Consiglio di Presidenza di Palazzo Madama, riunitosi al termine della seduta dell'Aula di giovedì 31 luglio, "ha deplorato con fermezza tutti quegli atteggiamenti, individuali e collettivi, che nel corso dell'esame del disegno di legge di riforma costituzionale hanno ostacolato ovvero impedito l'ordinato svolgimento dei lavori parlamentari". Lo ha affermato in Assemblea il Presidente del Senato, Pietro Grasso, nella seduta di venerdì 1° agosto.
    "In particolare, in relazione ai gravi fatti accaduti - ha ricordato il Presidente Grasso - il Consiglio di Presidenza ha verificato che senatori appartenenti al Gruppo della Lega Nord, disattendendo gli espressi e reiterati richiami della Presidenza, hanno causato e prolungato disordini, impedendo il prosieguo dei lavori dell'Assemblea. Tali condotte sono del tutto inaccettabili e rappresentano grave violazione del decoro istituzionale, minano la credibilità e sono lesive della dignità del Senato. Il Consiglio di Presidenza ha pertanto deliberato di stigmatizzare e di censurare i comportamenti dei senatori del Gruppo della Lega Nord coinvolti in tali accadimenti (senatori Centinaio, Divina, Consiglio, Candiani, Arrigoni, Bisinella, Crosio, Tosato, Stefani, Bellot, Munerato). Il Consiglio ha inoltre stabilito di incaricare i tre senatori Questori di verificare puntualmente le responsabilità individuali di quanti hanno fisicamente impedito agli assistenti parlamentari - ai quali va il nostro convinto apprezzamento - di dare esecuzione alle direttive del Presidente e dei Questori, nonché ogni altra circostanza correlata ai fatti accaduti e di informare il medesimo Consiglio dell'istruttoria svolta, ai fini dell'irrogazione delle più gravi sanzioni previste dall'articolo 67, comma 3, del Regolamento".
    "Simili comportamenti non saranno più consentiti" - ha infine concluso il Presidente del Senato.

  • Giovedì 24 Luglio 2014

    Revisione della Parte II della Costituzione: ripartizione dei tempi per la discussione

    Come illustrato dal Presidente Grasso nella seduta del 24 luglio, la Conferenza dei Capigruppo il 24 luglio ha proceduto alla ripartizione dei tempi tra i Gruppi per la discussione del disegno di legge di riforma costituzionale (A.S. 1429), prevedendo il voto finale per l'8 agosto, per complessive 115 ore, così ripartite:

    • Presidenza, relatori e Governo: 8 ore;
    • Votazioni: 80 ore;
    • Gruppi: 20 ore (vedi tabella);
    • Interventi in dissenso: 5 ore (vedi tabella);
    • Dichiarazioni di voto: 2 ore.
    Ripartizione delle 20 ore tra i Gruppi
    Partito democratico 4 ore e 24 minuti
    Forza Italia 2 ore e 50 minuti
    Movimento 5 Stelle 2 ore e 15 minuti
    Nuovo Centrodestra 2 ore
    Misto 1 ora e 45 minuti
    Lega Nord e Autonomie 1 ora e 28 minuti
    Per le Autonomie 1 ora e 22 minuti
    Grandi Autonomie e Libertà 1 ora e 22 minuti
    Per l'Italia 1 ora e 19 minuti
    Scelta Civica per l'Italia 1 ora e 13 minuti


    Ripartizione delle 5 ore tra i Gruppi per interventi in dissenso
    Partito Democratico 1 ora e 6 minuti
    Forza Italia 43 minuti
    Movimento 5 Stelle 34 minuti
    Nuovo Centrodestra 30 minuti
    Misto 26 minuti
    Lega Nord e Autonomie 22 minuti
    Per le Autonomie 21 minuti
    Grandi autonomie e libertà 21 minuti
    Per l'Italia 20 minuti
    Scelta Civica per l'Italia 18 minuti
  • Venerdì 1 Agosto 2014

    Decreto-legge in materia carceraria: esame in Aula

    Prosegue sabato 2 agosto, alle 9,30, l'esame in Aula del ddl 1579 di conversione del decreto-legge n. 92, sui rimedi risarcitori per i detenuti. Il provvedimento è stato incardinato nella seduta del 1° agosto.

    Dossier del Servizio studi »
    Nota di lettura del Servizio del bilancio »

  • Venerdì 1 Agosto 2014

    Calendario dei lavori fino all'8 agosto

    La Conferenza dei Capigruppo riunitasi venerdì 25 luglio, ha approvato a maggioranza il nuovo calendario dei lavori del Senato fino all'8 agosto 2014.

    L'Assemblea prosegue la discussione della proposta di revisione della Parte II della Costituzione. La Conferenza dei Capigruppo il 24 luglio ha proceduto alla ripartizione dei tempi per complessive 115 ore, al fine di giungere alla votazione finale l'8 agosto.

    Tutte le sedute inizieranno alle ore 9.30 e si concluderanno alle ore 24, dal lunedì alla domenica, con un'unica sospensione quotidiana dalle ore 13.30 alle ore 15 per consentire i lavori delle Commissioni.
    Per quanto riguarda i decreti-legge in seconda lettura, la Presidenza è autorizzata ad inserirli all'ordine del giorno e a stabilire il termine per la presentazione degli emendamenti, tenuto conto dei tempi di trasmissione dalla Camera dei deputati; in relazione all'andamento dei lavori, la discussione in Assemblea potrà avvenire anche ove non sia concluso l'esame da parte delle Commissioni competenti.

    Inoltre, fino a venerdì 8 agosto, saranno esaminati i decreti-legge in scadenza, in materia carceraria e pubblica amministrazione.

    Il calendario sarà integrato con l'esame del bilancio interno e del rendiconto del Senato.

    Calendario dei lavori fino all'8 agosto »

  • Venerdì 1 Agosto 2014

    Decreto-legge su P.A.: avviato esame e termine emendamenti in 1a Commissione

    La Commissione Affari costituzionali, nella seduta di venerdì 1° agosto, ha avviato la discussione del decreto-legge n. 90 sulla pubblica amministrazione (ddl n. 1582), già approvato dalla Camera dei deputati. Il termine per la presentazione degli emendamenti è stato fissato per le ore 15 di domenica 3 agosto. La Commissione ha convenuto di proseguire l'esame sabato 2 agosto, alle ore 14 e lunedì 4 agosto, alle ore 9.

  • Venerdì 1 Agosto 2014

    Delitti contro l'ambiente: audizioni in Uffici di Presidenza Commissioni riunite 2a e 13a

    Venerdì 1 agosto, nell'ambito dell'esame del ddl n. 1345 e connessi, sui delitti contro l'ambiente, gli Uffici di Presidenza delle Commissioni riunite Giustizia e Ambiente, hanno avuto in agenda delle audizioni di esperti.

  • Venerdì 1 Agosto 2014

    Cooperazione internazionale per lo sviluppo: sì definitivo in sede deliberante in 3a Commissione

    La Commissione Esteri, venerdì 1° agosto, ha approvato definitivamente, in sede deliberante, il ddl n. 1326-B recante «Disciplina generale sulla cooperazione internazionale per lo sviluppo», come modificato dalla Camera dei deputati.

  • Venerdì 1 Agosto 2014

    Semplificazioni fiscali: parere della 6a Commissione su schema di dlgs

    La Commissione Finanze ha espresso un parere favorevole con osservazioni sullo schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di semplificazioni fiscali (A.G. n. 99).

  • Venerdì 1 Agosto 2014

    Commissioni censuarie: parere della Commissione Finanze su schema di decreto legislativo

    Con un parere favorevole con condizioni e osservazioni la Commissione Finanze il 1° agosto ha concluso l'esame dello schema di decreto legislativo recante composizione, attribuzione e funzionamento delle commissioni censuarie (A.G. 100).

  • Venerdì 1 Agosto 2014

    Tutela ambientale e sanitaria per le imprese commissariate: nell'agenda delle Commissioni 10a e 13a riunite

    Dopo l'approvazione da parte dell'Aula del parere favorevole della Commissione Affari costituzionali sulla sussistenza dei requisiti di necessità e urgenza, il ddl n. 1567, di conversione del decreto-legge n. 100, in materia di tutela ambientale e sanitaria per le imprese commissariate, è nell'agenda delle Commissioni riunite Industria e Ambiente.

  • Venerdì 1 Agosto 2014

    Competitività delle imprese italiane: audizione in 10a Commissione

    Martedì 5 agosto, alle ore 14.30, la Commissione Industria svolgerà l'audizione di Unioncamere, nell'ambito dell'indagine conoscitiva sulla competitività delle imprese italiane.

  • Venerdì 1 Agosto 2014

    Audizione negli Uffici di Presidenza delle Commissioni riunite 9a e 13a

    Martedì 5 agosto, alle ore 14, davanti agli Uffici di Presidenza delle Commissioni riunite Agricoltura e Ambiente interverrà il Capo del Corpo forestale dello Stato, Cesare Patrone, sull'assetto e le attività del Corpo.

  • Venerdì 1 Agosto 2014

    Legge europea 2013-bis: seguito esame in 14a Commissione

    Martedì 5 agosto, alle ore 14, la Commissione Politiche Ue sarà impegnata nel seguito dell'esame del ddl n. 1533 (Legge europea 2013-bis), già approvato dalla Camera dei deputati.

  • Venerdì 1 Agosto 2014

    Audizione del ministro Mogherini in Copasir

    Lunedì 4 agosto, alle ore 13.30, in Copasir interverrà il Ministro degli Esteri, Federica Mogherini.

  • Venerdì 1 Agosto 2014

    Audizione del Commissiario alla spending review in Commissione federalismo fiscale

    Giovedì 7 agosto, alle ore 8, in Commissione Federalismo fiscale sarà audito il Commissario straordinario per la revisione della spesa pubblica, Carlo Cottarelli, sul processo di revisione della spesa con particolare riferimento alle regioni e agli enti locali.

  • Venerdì 1 Agosto 2014

    Bilancio interno del Senato: 75,5 milioni di minori spese per lo Stato

    Le misure adottate in questa Legislatura hanno consentito di ridurre, di oltre 75,5 milioni di euro, l'onere del Senato sul bilancio dello Stato nel 2013 e 2014. Questa cifra è il risultato del taglio della dotazione di 21,6 milioni di euro all'anno (in vigore dal 2012 e confermata fino al 2016), della restituzione alle casse statali di 14,6 milioni di euro nel 2014 e 12,5 milioni nel 2013, e dei 5,2 milioni di euro di minori spese nell'anno in corso per effetto dell'applicazione del contributo di solidarietà previsto dalla legge di stabilità 2014 ai trattamenti previdenziali di ex senatori e dipendenti in quiescenza.

    Comunicato stampa »

    Infografiche sulla riduzione dei costi per il funzionamento del Senato »

  • Giovedì 24 Luglio 2014

    Tetti massimi a retribuzioni dipendenti di Senato e Camera

    Il Consiglio di Presidenza del Senato della Repubblica e l'Ufficio di Presidenza della Camera dei deputati hanno approvato, nella riunione di giovedì 24 luglio, un identico documento in tema di introduzione di tetti massimi alle retribuzioni dei dipendenti delle due Istituzioni in analogia con quanto disposto dal decreto-legge n. 66 del 2014 per il personale delle altre pubbliche amministrazioni.

    Comunicato stampa »

Informazioni aggiuntive

FINE PAGINA

vai a inizio pagina