TV satellitare

Le sedute del Senato in diretta video

A partire da settembre 2003 le sedute del Senato possono essere seguite in diretta tv da tutti coloro che dispongono di antenna parabolica e ricevitore digitale.

Il segnale viene irradiato dal satellite Eutelsat Hot Bird 2 ed è ricevibile sia con i ricevitori FTA (Free To Air) sia con quelli più diffusi dotati di dispositivi per la ricezione anche di emittenti a pagamento. La trasmissione avviene in modalità non criptata.

Chi utilizza la piattaforma "Sky" e opta per la sintonizzazione automatica, troverà il Senato al canale 525 (canale 824 fino al 12 novembre 2008).

Di seguito, invece, i parametri necessari alla sintonizzazione per gli utenti che non utilizzano la piattaforma Sky:

  • Satellite Eutelsat Hot Bird 2 - 13° Est
  • Polarizzazione Verticale
  • Trasponder 52
  • Frequenza 11.766 MHz
  • FEC 2/3
  • Symbol Rate 27.500
  • PID Video 8190
  • PID Audio 92

Il segnale viene irradiato dal satellite sull'area europea, nordafricana e medio orientale, dalla posizione orbitale - 13° longitudine est - già utilizzata dalla stragrande maggioranza delle emittenti radiotelevisive in lingua italiana.

Il segnale trasmesso, secondo quanto previsto dall'accordo con la società Rai Way, è quello attualmente prodotto dalla Sala Regia del Senato della Repubblica, con puntamento di una delle cinque telecamere disponibili sull'oratore di turno, sovrimpressione del logo del Senato e dei sottotitoli che permettono di identificare l'oratore ed i temi della Seduta in corso, senza alcun intervento da parte di Rai Way sui contenuti.

Il segnale è disponibile presso lo Studio Rai di Palazzo Madama. Un collegamento in fibra ottica lo rilancia presso la sede Rai Way di Via Teulada, dove è presente la stazione di up-link verso Hot Bird 2.

La trasmissione avviene simultaneamente alla consegna del segnale da parte della Sala Regia del Senato, quindi in tempo reale ed in modo continuo. Non essendo criptato, il segnale sarà ricevibile sia con i ricevitori FTA (Free To Air), che con quelli più diffusi dotati di dispositivi per la ricezione anche di emittenti a pagamento.

Durante i periodi di sospensione dei lavori parlamentari il canale offre una programmazione volta a riproporre, in particolare, nell'anno delle celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia, le iniziative realizzate dal Senato per la ricorrenza, a ricordare la storia del Senato, ad informare sull'attività parlamentare e sulle iniziative di comunicazione rivolte ai giovani.

Fine pagina

Vai a: