Senato TV

Potete seguire la diretta su dispositivi mobili all'indirizzo rtsp://fs002.pawstream.com:1935/bwtestLive/senstream150.

107ª Seduta pubblica

Giovedì 4 aprile 2019 alle ore 10:00

Comunicato di seduta

In apertura di seduta il Presidente ha ricordato le vittime del terremoto che il 6 aprile 2009 colpì L'Aquila e il centro Italia e, prima di invitare l'Assemblea a un minuto di raccoglimento, ha auspicato che le politiche pubbliche siano ispirate al principio di sicurezza del territorio e dell'ambiente.

La seduta è dedicata al sindacato ispettivo.

La mattina sono state svolte interrogazioni. Il Sottosegretario di Stato per l'interno Molteni ha risposto all'interrogazione n. 634 del sen. Cangini (FI) sull'immobile da destinare a nuova sede della questura di Pesaro. L'interrogante ha preso atto della scelta del comune di Pesaro, pur ritenendo che sarebbe stato preferibile utilizzare un altro terreno e restituire alla città l'immobile ex intendenza di finanza. Lo stesso Sottosegretario Molteni ha risposto all'interrogazione n. 276 del sen. Quarto (M5S) sull'istituzione dell'archivio di Stato della provincia di Barletta-Andria-Trani. L'interrogante si è dichiarato molto soddisfatto. Il Sottosegretario di Stato per le infrastrutture e i trasporti Dell'Orco ha risposto all'interrogazione n. 217 del sen. Parrini (PD) sulla situazione degli uffici della motorizzazione civile di Firenze e Prato. L'interrogante ha espresso apprezzamento per le iniziative in corso ma ritiene che le assunzioni programmate siano insufficienti. Il Sottosegretario di Stato degli affari esteri Picchi ha risposto congiuntamente alle interrogazioni nn. 690, della sen. Cirinnà (PD) e altri, e 707 del sen. Vescovi (L-SP) e altri, sulla condanna dell'avvocato iraniano Nasrin Sotoudeh. La sen. Cirinnà (PD) in replica ha sollecitato un'iniziativa più forte a tutela dei diritti umani.

Alle ore 15 sono state svolte interrogazioni a risposta immediata rivolte al Ministro dello sviluppo economico e del lavoro e delle politiche sociali Luigi Di Maio. In riferimento all'interrogazione n. 753 del sen. Pianasso e altri (L-SP) sulle prospettive degli stabilimenti italiani del gruppo Mahle, ad oggi non risulta esservi alcuna richiesta di trattamento CIGS per la sede di Saluzzo-Cuneo. Resta ferma la disponibilità del MISE ad avviare un tavolo di confronto con le parti interessate. Sotto il profilo più generale degli interventi a sostegno delle imprese in Piemonte, il MISE, la Regione Piemonte e Invitalia S.p.a. hanno sottoscritto a luglio scorso un accordo di programma per sostenere programmi di investimento nelle aree di crisi industriale non complessa del Piemonte. In risposta all'interrogazione n. 752 del sen. Romagnoli (M5S) e altri sulla tutela delle aziende storiche italiane e dei loro marchi, il ministro Di Maio ha evidenziato che il decreto dignità ha posto un freno alle delocalizzazioni delle imprese che abbiano ottenuto aiuti di Stato per effettuare investimenti. Con una misura contenuta nel decreto crescita di prossima approvazione si introdurrà nell'ordinamento la definizione di marchio storico di interesse nazionale, e sarà fatto un apposito logo per valorizzare le imprese titolari del marchio. È stata altresì prevista l'istituzione del Fondo per la tutela dei marchi storici di interesse nazionale. Il Ministro ha quindi risposto all'interrogazione n. 754 della sen. Bellanova (PD) e altri sulla soluzione delle attuali crisi occupazionali e sul sostegno alla riconversione industriale: le stime OCSE non tengono conto delle misure che il Governo sta portando avanti. Il MISE interloquisce costantemente con le imprese in crisi per garantire una rapida e positiva soluzione delle varie problematiche, la continuità produttiva e la salvaguardia dei lavoratori. In tema di ammortizzatori sociali, è appena stato firmato un decreto con cui sono stati assegnati alle Regioni 117 milioni di euro per il 2019 per le aree di crisi complessa. Replicando all'interrogazione n. 755 dei sen. Urso e Ciriani (FdI) sulle misure idonee a sostenere la crescita economica, il Ministro ha ribadito, tra le misure di prossima approvazione, norme volte a favorire le imprese e i professionisti (il super-ammortamento, l'ulteriore deducibilità dell'IMU sui capannoni industriali; la riduzione dell'IRES); interventi per il rilancio degli investimenti privati, con il sostegno a misure di crowdfunding e social lending; interventi di incentivazione alla capitalizzazione delle imprese; misure nel settore energetico. Infine, il Ministro ha risposto all'interrogazione n. 756, illustrata dal sen. Pichetto Fratin (FI-BP), sulle misure di agevolazione allo sviluppo e di sostegno alle famiglie: in un momento di difficoltà come quello che sta attraversando l'Europa, è intenzione del Governo prevedere nel DEF un apposito capitolo dedicato alla famiglia. Il Governo sta lavorando per incrementare di 100 milioni di euro il Fondo di garanzia per l'acquisto della prima casa per le giovani coppie. Potranno poi essere previsti sconti per le necessità quotidiane di ogni famiglia (sui pannolini e sulle spese per la baby sitter) nonché un coefficiente familiare che abbatte l'Irpef a seconda dei figli a carico.

Le sedute più recenti

Nel sito

Fine pagina

Vai a: