«
»
Minerva Web
Bimestrale della Biblioteca 'Giovanni Spadolini'
A cura del Settore orientamento e informazioni bibliografiche
n. 62 (Nuova Serie), aprile 2021

Scaffale digitale

Normattiva: revisione grafica e funzionale, nuovo motore federato per la ricerca della legislazione regionale

A distanza di 10 anni da quando il progetto Normeinrete cedeva il passo a Normattiva, il portale della legge vigente (ne davamo notizia nel n. 29 di MinervaWeb , giugno 2010), possiamo annunciare oggi una nuova tappa del percorso verso la completa informatizzazione della normativa italiana e la sua più agevole consultazione da parte dei cittadini, in attuazione di quanto disposto dall'articolo 107 della legge n. 388 del 2000.

La banca dati è stata nel tempo completata e copre ora tutti gli atti normativi numerati a partire dal 1861 con tutte le modifiche apportate ad essi da atti numerati e non numerati.

Inoltre, negli ultimi mesi, Normattiva - frutto della collaborazione di più soggetti istituzionali (tra cui Presidenza del Consiglio dei Ministri, Senato e Camera) - ha rinnovato l'interfaccia nella grafica e nelle funzionalità. Si è lavorato sul layout per favorire la visualizzazione da diversi tipi di dispositivo; è stata accordata maggiore evidenza alla ricerca semplice, a cui si può accedere da ogni pagina del portale e che può essere più facilmente utilizzata per ricerche in linguaggio naturale e/o con estremi del provvedimento, lasciando alla schermata di ricerca avanzata le opzioni di filtro per tipo di atto, periodo di pubblicazione, uso di operatori logici. Non è più necessario ricorrere alla ricerca avanzata per ottenere i testi normativi in testo storico o vigente a una certa data: le opzioni "Mostra Atto Originario" e "Mostra Atto Multivigente" sono ora ben evidenti accanto al testo dell'atto visualizzato. Sono state aggiunte opzioni di filtro (ad esempio, per ente emettitore del provvedimento) accanto alla visualizzazione dell'elenco dei documenti risultanti dalla ricerca.

Fin qui, abbiamo descritto le principali tra le nuove caratteristiche della risorsa per quanto riguarda l'usabilità, che si sommano a quelle già sperimentate nella precedente versione di Normattiva e che costituiscono punti qualificanti del progetto: in particolare, la possibilità di navigare tra documenti in un sistema integrato (con collegamenti da ogni atto ai suoi aggiornamenti, lavori preparatori, atti correlati ecc.) e di ottenere un collegamento permanente ad ogni singolo atto (il cosiddetto "permalink"), oltre alle normali funzioni di esportazione del testo in vari formati. A proposito del permalink, per chi è interessato agli aspetti più tecnici del progetto può essere interessante notare che la sintassi tipica dello standard di marcatura degli atti normativi per la loro identificazione univoca - sviluppato già all'epoca del progetto Normeinrete e appunto denominato standard NIR - è stata affiancata alla sintassi ELI (European Legislation Identifier) con l'intento di convergere su uno standard europeo per l'identificazione degli atti legislativi, in una più ampia prospettiva di condivisione e interoperabilità dei dati.

Ma la vera novità della revisione di Normattiva sta nella possibilità di conoscere la legislazione regionale attraverso un motore di ricerca federato regionale del tutto nuovo, a sua volta dotato di maschere di ricerca semplice e avanzata e opzioni di filtro laterale per una o più Regioni o Province autonome. Si dispone così - come dichiara il progetto - di «un unico punto di accesso all'intero patrimonio legislativo regionale, aggiornato quotidianamente con le novità normative emanate dalle singole Regioni/Province autonome aderenti all'iniziativa».

Prima della realizzazione di questa risorsa, il portale Normattiva consentiva l'accesso alle singole banche dati giuridiche regionali (tuttora interrogabili in forma autonoma dalla pagina della Legislazione Regionale, anche grazie ad un'intuitiva cartina geografica interattiva), ciascuna con le sue modalità di interrogazione, visualizzazione, struttura dei dati. Ora, i diversi sistemi informativi regionali trovano uno strumento di convergenza grazie al motore federato che interroga l'elenco - preventivamente indicizzato - degli atti legislativi che ogni Regione o Provincia autonoma pubblica nei propri siti, velocizzando e semplificando le ricerche dell'utente finale che può, ad esempio, avere un quadro d'insieme delle varie scelte con cui le Regioni hanno disciplinato un certo settore o materia nell'esercizio della potestà legislativa ad esse assegnata dalla Costituzione.

I risultati della ricerca nel motore federato possono essere utilizzati dall'utente con varie opzioni di ordinamento (di default viene proposta la visualizzazione a partire dall'atto con data più recente), filtrati per denominazione dell'atto (legge regionale / provinciale / statutaria / regolamento), vigenza del testo (originale / vigente / abrogato), Regione emanante (con faccette in ordine alfabetico) anno (in ordine decrescente dal più recente); accanto ad ogni faccetta è indicato il numero di atti rispondenti alla ricerca. L'opzione "Criteri di ricerca" è un utile promemoria del modo in cui è stata impostata l'interrogazione, per poterla eventualmente modificare e rilanciare. Completano la risorsa una nuova pagina di Domande frequenti e una Guida all'uso, entrambe espressamente dedicate al motore federato regionale.

L'intera iniziativa rappresenta dunque un modello significativo di «cooperazione applicativa giuridico/legislativa» che supera le singole soluzioni tecnologiche adottate, in nome dell'integrazione funzionale e dell'accessibilità di un'informazione giuridica sempre tempestiva e affidabile.

Archivio Newsletter

FINE PAGINA

vai a inizio pagina